10 cose che (forse) non sai sul Forex

icon calendar icon person
10 cose che (forse) non sai sul Forex
Pubblicità

Forex: pensi di conoscerlo davvero? Ecco 10 cose che forse non sai sul mercato delle valute.

Il Forex è il mercato finanziario più grande del mondo, il preferito degli investitori in tutto il mondo per fare trading online.

Esistono molte curiosità e fatti interessanti sul Forex, è arrivato il momento di scoprire se li conosci tutti. Perché GBP/USD viene chiamato cable? Quante macchine si possono comprare con tutti i soldi che vengono scambiati ogni giorno sul mercato delle valute?

Ecco le 10 cose che (forse) non sai sul Forex.

1) Il mercato delle valute ha origini bibliche
I mercati valutari non sono un’invenzione nuova.
Lo scambio tra valute è menzionato nel Talmud, che risale ai tempi biblici. Ai cambiavalute veniva pagata una commissione, naturalmente.

2) Quante macchine si possono comprare con il volume di un solo giorno di trading sul Forex?
Considerando che ogni giorno vengono scambiati 5,3 trilioni di dollari, potresti permetterti di compare una buona macchina per ogni famiglia che abita in America, e avresti ancora abbastanza soldi per comprarne un’altra per ognuna di loro.

3) Perché il cross GBP/USD è conosciuto come “Cable”
Prima dell’arrivo della fibra ottica e dei satelliti, la borsa di Londra e quella di New York comunicavano tra loro attraverso un cavo d’acciaio che passava tutto lungo sotto l’Atlantico. Per questo GBP/USD oggi è chiamato “cable”, che in italiano significa “cavo”.

4) La Deutsche Bank è l’attore nel Forex più grande al mondo
Nonostante la Germania sia un mercato relativamente piccolo, la Deutsche Bank è il singolo attore nel Forex più grande al mondo, con una quota di mercato del 14,6%. Citi segue subito dopo con un 12,3%, mentre Barclays rappresenta l’11%. Nel complesso, i 10 attori più grandi nel Forex muovono l’80% del mercato.

5) Il mercato del Forex moderno è iniziato nel 1973
Lo scambio tra valute ha origini lontane, mentre il moderno mercato del Forex ha avuto inizio solo nel 1973. In quell’anno si disse addio all’accordo di Bretton Woods del post-seconda guerra mondiale, dando fine al controllo sui tassi di cambio controllati e inizio all’era dei tassi fluttuanti.

6) Molti forex trader non riescono a chiudere l’anno in profitto
Tutti noi vogliamo avere del profitto investendo nel mercato del Forex, ma molti non ce la fanno. Secondo una ricerca recente, ben il 99,6% dei trader privati non riesce a chiudere in positivo quattro trimestri consecutivi.

7) Prima del 1908 le banche americane si potevano stampare contanti da sole
La Federal Reserve è nata solo nel 1908 e prima di allora tutte le banche statunitensi potevano stampare liberamente la propria valuta.

8) L’inflazione peggiore nella storia delle valute
Erroneamente pensiamo che i tassi di cambio subiscano solo delle piccole variazioni, ma non è quanto possono testimoniare i cittadini dello Zimbabwe per quanto accaduto nel 2008. L’inflazione sulla valuta è stata la peggiore in tutta la storia, con una percentuale di 6,56 sestilioni (10 alla 21esima). Fortunatamente non eravamo long sulla valuta locale.

Ti interesserà leggere: Svalutazione e inflazione sono collegate?

9) Un tempo la sterlina era la valuta dominante nel Forex
Oggi è il dollaro USA ad essere la valuta più scambiata nel Forex, ma all’inizio del ventesimo secolo era la sterlina inglese a fare la parte del leone. Quasi la metà degli scambi tra valute ha coinvolto la sterlina nel 1913.

10) Il Regno Unito ha il mercato del Forex più grande del mondo
Potresti pensare che siano gli Stati Uniti ad avere il primato, ma il 41% di tutte le transazioni nel Forex avvengono durante la sessione di Londra, e solo il 19% si verifica nella sessione statunitense.