Concorso Guardia di Finanza 2017: bando allievi marescialli. Requisiti e come fare domanda

icon calendar icon person
Concorso Guardia di Finanza 2017: bando allievi marescialli. Requisiti e come fare domanda

Concorso Guardia di Finanzia 2017: è stato pubblicato il bando per allievi marescialli. Ecco tutti i requisiti e come presentare la domanda di partecipazione.

Concorso Guardia di Finanza 2017: è stato pubblicato il bando per allievi marescialli. In questo articolo cercheremo di illustrare tutti i requisiti e come presentare domanda di partecipazione. Sono 461 in totale i posti disponibili nel bando della Guardia di Finanza per l’anno 2017/2018. I candidati saranno sottoposti ad una serie test e prove che valuteranno sia le conoscenza che le qualità psico-fisiche del candidato. Vediamo insieme le caratteristiche del bando per allievi marescialli 2017.

Nel bando per il concorso Guardia di Finanza 2017 è previsto che per l’invio delle domande c’è tempo fino al 18 aprile 2017. Il posti da allievi marescialli messi a disposizione sono ripartiti tra contingente ordinario (415 posti) e contingente di mare (46): quest’ultimo a sua volta ripartito tra le specializzazioni di ‘nocchiere abilitato al comando’ (NAC, 31 posti) e ‘tecnico delle macchine’ (TDM, 15).

Il concorso aprirà a centinaia di aspiranti finanzieri le porte dell’89° corso della Scuola Ispettori e Sovrintendenti per allievi marescialli. In questo articolo cercheremo chiarire quali sono i requisiti e come fare domanda per il concorso della Guardia di Finanza. La descrizione delle modalità effettive e dei criteri per la selezione per il corso da allievi marescialli potrà essere reperita solo facendo riferimento al bando pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale a cui si rimanda per i dettagli e i requisiti specifici del concorso.

Concorso Guardia di Finanza 2017: bando allievi marescialli. Requisiti e come fare domanda

La Guardia di Finanza è alla ricerca di 461 allievi marescialli da inserire nell’89° corso presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti. I requisiti per avere accesso alle prove sono vari, a cominciare da quelli anagrafici. Il candidato infatti dovrà essere:

  • essere nato tra il 18 aprile 1991 (incluso) e il 18 aprie 1999 (incluso);
  • nato dopo il 18 aprile 1982 se è già appartenente al Corpo della guardia di finanza.

Ulteriore requisito necessario per la partecipazione al concorso per allievi marescialli della Guardia di Finanza è costituito dal possesso di un diploma di scuola superiore. Il suo conseguimento deve essere avvenuto entro la data di scadenza per la presentazione della domanda, ovvero entro il 18 aprile 2017. Saranno ammessi con riserva alle prove anche coloro che prevedono di acquisire il diploma nell’anno scolastico 2016/2017.

Il bando richiede anche il rispetto di ulteriori criteri per l’ammissione al concorso per allievi marescialli. L’ingresso nella Guardia di Finanza è subordinato, per chi non è già membro del Corpo, al possesso di ulteriori requisiti:

  • godere dei diritti civili e politici,
  • non essere mai stati destituiti o dispensati dall’impiego presso un’amministrazione pubblica;
  • non essere stati prosciolti da un precedente arruolamento nelle Forze armate o di polizia, fatti salvi quelli intercorsi per inattitudine al volo o alla navigazione;
  • non essere imputati o condannati per delitti non colposi;
  • non essere sottoposti a misure di prevenzione;
  • non essere stati ammessi a prestare il servizio civile in quanto obiettori di coscienza;
  • essere in possesso di qualità morali e di condotta uguali a quelle richieste per la magistratura ordinaria;
  • non essere stati precedentemente rinviati d’autorità dal corso di allievi marescialli o da corsi equipollenti.

Vengono in aggiunta previsti dal bando per il concorso ulteriori esclusioni nel caso in cui si venissero a creare delle particolari situazioni che causerebbero l’incompatibilità con ‘l’acquisizione o la conservazione dello stato di ispettore della Guardia di Finanza’.

Concorso Guardia di Finanza 2017, bando allievi marescialli: come fare domanda

La domanda di partecipazione al concorso Guardia di Finanza per allievi marescialli potrà essere inviata solo per modalità telematica. Sarà quindi indispensabile per il corretto completamento della procedura collegarsi al sito della Guardia di Finanza e effettuare la registrazione sulla pagina ‘Concorsi online’.

Sono contemplate dal bando due possibili iter per la procedura:

  1. tramite il Sistema Pubblico per a gestione dell’Identità Digitale (SPID),
  2. per mezzo della posta elettronica certificata (PEC).

Per ciascuno di essi sono previste dal bando modalità leggermente differenti per l’invio della domanda. È quindi indispensabile consultare il bado per il concorso per tutte le informazioni specifiche per la candidatura al posto di allievo maresciallo della Guardia di Finanza.

Il concorso richiede il superamento di alcune prove specifiche al termine delle quali saranno selezionati coloro che avranno la possibilità di accedere alla carriera di allievi marescialli. I test che sono previsti dal bando dalla Guardia di Finanza sono i seguenti:

  • prova preliminare, che si svolgerà a partire dal 2 maggio 2017. Da questo primo test saranno selezionati 1.807 aspiranti complessivi che potranno accedere agli esami successivi.
  • prova scritta alle 8:00 del 30 maggio 2017 per la quale il candidato dovrà redigere un testo in italiano con consegna unica per tutti i partecipanti. La durata complessiva dell’esame sarà di 6 ore;
  • prove, strutturate in 5 giorni, volte alla valutazione dell’idoneità psico-fisica;
  • prova orale per una durata massima di 45 minuti che riguarderà tre materie: storia ed educazione civica, geografia, matematica.

Per chi volesse candidarsi per il concorso da allievo maresciallo può prendere visione del bando sul sito riservato alla prova della Guardia di Finanza. È indispensabile consultare molto attentamente il bando per essere a conoscenza di tutti i dettagli per lo svolgimento del concorso di ammissione. Lì infatti saranno riportati tutti i requisiti e le modalità per l’accesso alle prove predisposte dalla Guardia di Finanza, nonché la descrizione dettagliata di tutta la procedura e i documenti necessari per l’iscrizione al concorso.