USA: non farm payrolls dicembre deludono attese, +156mila posti

icon calendar icon person
USA: non farm payrolls dicembre deludono attese, +156mila posti
Pubblicità

I non farm payrolls negli Stati Uniti a dicembre deludono le attese degli analisti. Lo scorso mese i nuovi posti di lavoro aggiunti all’economia statunitense sono stati 156mila, contro i 204mila del mese precedente (risultato rivisto al rialzo).

Aggiornamento 14:31 - I non farm payrolls negli Stati Uniti a dicembre deludono le attese degli analisti. Lo scorso mese i nuovi posti di lavoro aggiunti all’economia statunitense sono stati 156mila, contro i 204mila del mese precedente (risultato rivisto al rialzo). Gli esperti avevano previsto che il market mover più importante del dollaro avrebbe segnato un rialzo a 178mila.

Il tasso di disoccupazione USA si attesta al 4,7% a dicembre, in linea con le previsioni degli analisti.

Il salario orario medio mensile si porta a +0,4%, a fronte di un consensus di 0,3% e di un dato precedente pari a -0,1%.

Aggiornamento 12:00 - Sale l’attesa per il report sul mercato del lavoro USA, che sarà diffuso alle 14,30 italiane e visualizzabile sul nostro calendario economico. Il rapporto, tra i vari dati, include Non farm payrolls, tasso di disoccupazione e salario orario medio.

Nel frattempo il dollaro riguadagna terreno, nonostante si appresti a chiudere la seconda settimana di fila di perdite, dopo la flessione di ieri sulla scia dei poco confortanti dati americani.

Intorno alle 11,00, in attesa dei dati sul mercato del lavoro statunitense, la maggior parte delle divise scambiava poco mossa, a eccezione del cambio dollaro/yen che vedeva il biglietto verde in salita di 0,7% a 116,10. In questo momento il cambio Euro/dollaro è in calo dello 0,11% a quota 1,0591.

Il peso messicano risulta piuttosto piatto dopo il rialzo di ieri legato all’intervento della Banca centrale del Messico.

Valentin Marinov, strategist valutario di Crédit Agricole, spiega che

“in attesa dei Non farm payrolls e dopo i movimenti visti ieri la situazione è abbastanza tranquilla. Credo che il mercato stia aspettando l’insediamento ufficiale di Trump”.

L’indice del dollaro nei confronti di un paniere di valute scambia poco mosso a 101,62 dopo aver toccato, tre giorni fa, il massimo di 14 anni a 103,820.