Sondaggi politici: Movimento 5 Stelle al Governo se si vota con l’Italicum

icon calendar icon person
Sondaggi politici: Movimento 5 Stelle al Governo se si vota con l'Italicum

Ultimi sondaggi politici: se si votasse oggi con l’Italicum il Movimento 5 Stelle andrebbe al Governo con il premio di maggioranza. Ecco perché Grillo vuole subito le elezioni anticipate.

Sondaggi politici elettorali: se si votasse oggi chi sarebbe il nuovo Presidente del Consiglio? Con le dimissioni di Renzi si apre una fase di crisi governativa; adesso sarà il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a decidere in che modo risolverla.

Se Mattarella dovesse incaricare un nuovo Presidente del Consiglio potrebbe trattarsi di un incarico a tempo fino a quando non verrà emanata una nuova legge elettorale che garantisca stabilità al nuovo esecutivo. È molto difficile infatti che si torni a votare già nei primi mesi del 2017, mentre è probabile che le elezioni anticipate si terranno in primavera.

A tal proposito è molto importante analizzare le intenzioni di voto rilevate dagli ultimi sondaggi politici elettorali Emg Acqua così da capire quale forza politica sarà alla guida della nuova maggioranza.

I sondaggi politici delle ultime settimane ci danno una risposta a questa domanda anche se ne sapremo di più non appena verranno pubblicate le prime rilevazioni post-voto. Da diversi mesi, infatti, il Movimento 5 Stelle sembra essere la forza politica più accreditata per governare il Paese, almeno secondo quanto rilevato dai sondaggi politici elettorali.

Infatti, nonostante negli ultimi sondaggi politici il Movimento 5 Stelle sia stato superato nuovamente dal Partito Democratico, è favorito sia in un eventuale ballottaggio con il Centrodestra che con il PD. Quindi, presto per il Movimento 5 Stelle potrebbe arrivare la tanto attesa opportunità di guidare l’Italia, o almeno questo è quello che ci dicono i sondaggi politici elettorali.

Quando si tornerà a votare? Ecco un approfondimento su quando si potrebbe tornare a votare per eleggere un nuovo Parlamento- Elezioni politiche italiane, quando le prossime? Data e novità.

Prima di vedere quali sono ad oggi le intenzioni di voto rilevate dai sondaggi politici elettorali ci preme sottolineare come anche questa volta i sondaggi sul referendum non siano stati molto attendibili. Sì, effettivamente i sondaggi davano il No in vantaggio sul Sì ma non con una forbice così ampia. Che i sondaggi politici stiano perdendo credibilità? Lo scopriremo nei prossimi appuntamenti elettorali, come quello in cui gli italiani verranno chiamati per eleggere un nuovo Parlamento, Senato compreso.

Movimento 5 Stelle, Partito Democratico o Centrodestra: chi governerà l’Italia dopo le dimissioni di Renzi? Ecco cosa ci dicono gli ultimi sondaggi politici Emg Acqua riguardo alle intenzioni di voto degli italiani.

Sondaggi politici elettorali: chi andrà al Governo?

Le ultime rilevazioni delle intenzioni di voto su Movimento 5 Stelle, Partito Democratico e Centrodestra risalgono a domenica 4 dicembre, subito dopo la chiusura dei seggi elettorali. Per un aggiornamento post-referendum dovremo aspettare le prossime settimane quando inoltre ne sapremo di più sulla legge elettorale con cui si andrà a votare.

Adesso infatti Sergio Mattarella dovrebbe incaricare un nuovo Presidente del Consiglio che avrà l’onere di modificare l’attuale legge elettorale. Secondo Di Maio del Movimento 5 Stelle, invece, sarà la Corte Costituzionale a modificarla, ma questa è un’altra storia.

Fatto sta che se si votasse oggi con l’Italicum il Movimento 5 Stelle sarebbe favorito nella corsa al Governo. Ecco perché negli ultimi giorni Grillo sembra aver cambiato idea sull’italicum chiedendo di tornare alle urne con questa legge elettorale.

Infatti, già la scorsa settimana i grillini erano favoriti nell’eventuale ballottaggio con il Partito Democratico e immaginiamo che con il risultato del referendum i loro consensi si innalzeranno notevolmente.

Preoccupa invece la situazione in casa Partito Democratico, dove al momento non c’è la certezza riguardo all’esponente politico che guiderà il partito alle prossime elezioni. Matteo Renzi è ancora il favorito, ma all’interno del PD ci sono molte personalità, come D’Alema e Bersani, che vorrebbero si facesse da parte.

Nel Centrodestra invece tutto dipenderà da chi sarà il candidato prescelto per guidare un unico listone.

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, ha dichiarato che la sua intenzione è quella di indire delle primarie del Centrodestra per stabilire qual è il candidato più idoneo per guidare un eventuale listone formato da FDI, Forza Italia e Lega Nord.

Per il Centrodestra però adesso arriva il difficile, poiché dovrà recuperare la distanza che lo separa da Movimento 5 Stelle e Partito Democratico prima che vengano indette delle nuove elezioni. Non sarà un lavoro semplice perché, come possiamo vedere dalle intenzioni di voto rilevate dai sondaggi, il Centrodestra al momento è molto indietro.

Al momento le intenzioni di voto sui vari partiti politici ci dicono che il Partito Democratico è ancora in vetta con il 30,9% dei voti (-0,1%) mentre il Movimento 5 Stelle è distante circa un punto percentuale (30%, +0,1%). Tra i partiti del Centrodestra domina la Lega Nord di Salvini con 12,9% (-0,2%) , seguita da Forza Italia (11,4%, +0,4%) e da Fratelli d’Italia (4,4%, +0,2%).

Il discorso cambia leggermente nel caso in cui, molto probabile, i partiti di Centrodestra si presentassero all’appuntamento elettorale in un unico listone. Nel dettaglio, se si votasse oggi con un Centrodestra unito, gli italiani voterebbero così:

  • Partito Democratico: 31,2% (-0,2%);
  • Movimento 5 Stelle: 30,7% (+0,2%);
  • Centrodestra: 28,9% (+0,2%);
  • UDC-NCD: 3,8% (-0,1%);
  • Sinistra Italiana: 3,7% (-0,2%);
  • Altro partito: 1,7% (+0,1%).

Il Centrodestra quindi dovrà essere compatto se vuole riconquistare la fiducia degli elettori. In questo scenario comunque sarebbero il Movimento 5 Stelle e il Partito Democratico ad andare al ballottaggio con i pentastellati che al momento sono nettamente favoriti per la vittoria finale.

Ad oggi quindi le elezioni politiche verrebbero vinte dal Movimento 5 Stelle ma tutto dipenderà da quanto succederà nei prossimi mesi che ci separano dal voto. Infatti ci sono molte incognite che ci impediscono di fare una previsione affidabile sul risultato delle prossime elezioni politiche.