SPID con Tim, Poste, InfoCert o Sielte: come fare e dove conviene registrarsi?

icon calendar icon person
SPID con Tim, Poste, InfoCert o Sielte: come fare e dove conviene registrarsi?

SPID: per fare richiesta e ottenere il pin digitale si può usare Tim, Poste Italiane, InfoCert o Sielte. Quale identity provider conviene? Istruzioni e differenze tra costi, tempi e modalità.

SPID con Tim, Poste Italiane, Infocert o Sielte? Con quale provider conviene registrarsi a SPID? Se siete docenti e volete attuare la procedura per richiedere il bonus 500€ del Miur o vi occorre lo SPID per accedere alla 18app per il bonus cultura 2016 qui trovate info utili sul pin unico necessario per il bonus.

Dal 30 novembre, infatti, è attiva la Carta per il bonus insegnanti 2017 che consente ai docenti di ruolo di utilizzare la piattaforma on line attraverso cui gestire e spendere i 500 euro per l’aggiornamento professionale. Per accedere al borsellino elettronico serve ottenere l’identità digitale SPID (username e password) presso uno dei gestori accreditati.

SPID è il Sistema Pubblico di Identità Digitale, o pin unico, con cui si accede a tantissimi servizi della Pubblica Amministrazione (richiesta bollettini, pagamento tasse, ticket sanitari...). Per richiedere il pin unico bisogna ricorrere ai gestori dell’identità digitale, i cosiddetti identity provider. La procedura di richiesta SPID per i destinatari del bonus cultura 500€ e del bonus 500€ insegnanti, ad esempio, prevede 4 provider: Tim, Poste Italiane, InfoCert e Sielte.

Ricordiamo che la registrazione a SPID si può fare in qualsiasi momento e non c’è data di scadenza, tuttavia è bene cominciare a capire come registrarsi a SPID e quale provider di identità digitale è più semplice ed economico.

In base all’identity provider scelto, l’utente completerà la procedura in maniera diversa. Quali sono le differenze e con quale gestore di pin unico conviene richiedere lo SPID? Questo dubbio sarà sorto a tutti i 18enni che per ottenere il bonus cultura 500€ devono richiedere le credenziali SPID da inserire sul sito 18app. E dopo le ultime novità dal Miur, anche molti insegnanti italiani si porranno la stessa domanda.

Dopo aver visto nel dettaglio come richiedere e come funziona SPID, occupiamoci ora di capire se è meglio usare Tim, Poste Italiane, InfoCert o Sielte per avviare la procedura.

La prima cosa da sapere è che Tim, Poste Italiane, Sielte e InfoCert offrono diverse modalità per richiedere e ottenere SPID: ognuna ha i propri tempi, costi e condizioni. Se siete indecisi su quale provider utilizzare tra Poste Italiane, Sielte, InfoCert e Tim per richiedere lo SPID, questa pratica guida potrà esservi utile nella scelta del gestore pin unico (SPID) più adatto alle vostre esigenze.

SPID con TIM, come richiederlo? Tempi, costi e modalità

Creare l’identità digitale per accedere con pin unico ai servizi online della PA è molto semplice con Tim. Per richiedere la Tim id la procedura è la seguente:

  • collegarsi sul sito www.nuvolastore.it;
  • cliccare sul banner Tim id o sull’icona nel catalogo prodotti;
  • scegliere la Tim id e selezionare l’opzione “per il cittadino” o “per l’azienda”;
  • cliccare su “Acquista”, registrarsi e concludere l’acquisto.

Prima di avviare la procedura di registrazione si raccomanda di avere a portata di mano un tipo di autenticazione a scelta tra tessera sanitaria, firma digitale e carta d’identità digitale.

Quanto costa la Tim id? I clienti privati non pagano nulla per richiedere lo SPID con Tim: il servizio è infatti gratuito per 2 anni se si fa richiesta entro il 31 dicembre 2016. Per i clienti business il costo è 36 euro all’anno.

Infine, a partire da ottobre 2016, per chi è titolare di una sim card Tim l’identità SPID corrisponderà al numero di telefono, più un codice pin di 6 cifre scelto dall’utente. Per richiedere lo SPID con Tim e avere ulteriori informazioni ci si può recare presso uno dei negozi Tim abilitati o chiamare il numero verde Tim 800 405 800, attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.30.

SPID con Poste Italiane: tempi, costi e modalità

Chi sceglie Poste Italiane per richiedere lo SPID ha a disposizione due modalità:
1) Bancoposta: per chi ha uno strumento di identificazione online
2) Ufficio postale: per chi non ha uno strumento di identificazione online

I possessori delle app Bancoposta, Ufficio Postale e PostePay che utilizzano il codice PosteID possono utilizzare le stesse credenziali per completare l’abilitazione ai servizi SPID.

Chi non possiede uno strumento di identificazione digitale di Poste Italiane può recarsi di persona all’ufficio postale dopo aver inserito i dati anagrafici sul form del sito.

Il rilascio avviene in circa 5 minuti, mentre l’inserimento dati la richiesta dello SPID con Poste Italiane ha un tempo medio di 10 minuti.

PosteID è gratuito per tutta la durata del contratto (24 mesi) per coloro che aderiranno al servizio entro il 31 dicembre 2016.

Da ottobre si può richiedere il servizio a domicilio con cui, al costo di 14,50 €, il postino consegna la pratica di avvenuta registrazione a domicilio entro 6 giorni dalla richiesta.

Per tutte le info rivolgersi al numero verde di Poste Italiane.

SPID con Sielte: tempi, costi e modalità

Anche Sielte (Società Impianti Elettrici e Telefonici) garantisce un sistema di Spid identity semplice, veloce e sicuro.

SielteID ha una validità di 2 anni dalla sua attivazione e può essere rinnovato alla scadenza. Il servizio è gratuito per tutti gli utenti che attivano l’account entro il 31 dicembre 2016.

Per ottenere lo SPID con Sielte bisogna andare sul sito e compilare il modulo inserendo i propri dati personali e di contatto. Perché la procedura vada a buon fine munirsi di indirizzo email, documento d’identità e tessera sanitaria scansionati o fotografati (fronte e retro). Verificata la correttezza dei dati inseriti, si porterà a termine la procedura di identificazione e lo SPID sarà attivato.

Un modo per completare la registrazione e ottenere la SielteID è via webcam: sarà un operatore Sielte a dare le istruzioni per fare tutto tramite un device munito di webcam. In alternativa, recarsi di persona presso un ufficio Sielte e terminare la procedura allo sportello. Il riconoscimento e il rilascio dell’identità avviene nel giro di 24 ore.

Per informazioni, il numero verde Sielte da contattare è 800.11.33.22, attivo dal lunedì al venerdì 7.30-19.30 e il sabato 8.30-18.30.

SPID con InfoCert: tempi, costi e modalità

InfoCert è l’azienda che gestisce certificati di firma digitale, caselle PEC e tutte le fatture e documenti digitali inviati tra clienti e PA.

Per ottenere l’InfoCert ID basterà collegarsi su questo sito successivamente all’avvio del sistema SPID e compilare il form con tutte le informazioni richieste.

Per richiedere l’InfoCert ID bastano 3 passaggi e pochi minuti:

1) scegliere credenziali e registrare i dati, tenendo a portata di mano un documento di identità;
2) selezionare il metodo per il riconoscimento e firmare la richiesta;
3) aspettare l’email di conferma e l’account sarà attivo.

L’InfoCert ID è gratuito per tutti coloro che effettueranno la richiesta entro il 31 dicembre 2016 per i primi 2 anni.

A partire da lunedì 19 settembre si può scegliere la modalità di riconoscimento via webcam. Si tratta di un sistema molto comodo, perché fatto senza muoversi da casa e senza stampare o spedire nulla. Il servizio di Spid con InfoCert via webcam costa 9,90€ invece di 19,90€ per chi ha 18 anni, ed è attivo dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00.

Per concludere la registrazione e ottenere le credenziali SPID ci si può recare anche di persona presso l’ufficio InfoCert più vicino. Per ogni info e dettaglio contattare il call center InfoCert al numero 199.500.130, dal lunedì al venerdì 8.30-19.00.