Partita IVA, contributi INPS 2016 agevolati: soggetti beneficiari, comunicazione telematica, vantaggi e svantaggi

Chi può beneficiare del regime contributivo INPS agevolato per i titolari di partita IVA nel regime forfettario 2016? Ecco un’utile infografica con tutto quello che c’è da sapere.

Il regime contributivo agevolato può essere utilizzato dai contribuenti titolari di partita IVA nel regime forfettario 2016 che svolgono attività d’impresa.
L’accesso al regime con i contributi INPS agevolati ridotti del 35% deve essere comunicato telematicamente all’INPS entro il 28 febbraio di ogni anno.
In queste settimane è stata diffusa sul web l’errata notizia secondo la quale la comunicazione telematica potrebbe essere inviata anche dai contribuenti titolari di partita IVA che svolgono attività professionali (soggette ad iscrizione ad una cassa professionale di riferimento ovvero alla gestione separata INPS).
La notizia è priva di ogni fondamento.
La Legge di Stabilità 2016, infatti, ha modificato il regime forfettario sia dal punto di vista fiscale che previdenziale.
Tuttavia, non è stata apportata alcuna modifica al comma 76 della Legge di Stabilità dello scorso anno: quest’ultimo prevede che i contribuenti che possono accedere al regime contributivo agevolato siano i titolari di partita IVA nel regime forfettario che svolgono attività d’impresa.
Per questi contribuenti è prevista la riduzione del 35% dei contributi dovuti alla gestione artigiani e commercianti, così come previsto dal comma 111 lettera d) della Legge di Stabilità 2016.

Ecco un’utile infografica con tutte le informazioni utili sui contributi INPS ridotti del 35%, con particolare riferimento a soggetti beneficiari, modalità di comunicazione, vantaggi e svantaggi.

Partita IVA, contributi INPS 2016 agevolati: soggetti beneficiari, comunicazione telematica, vantaggi e svantaggi

Inserisci questa INFOGRAFICA nel tuo sito

Copia il codice qui sotto e incollalo sul tuo sito o sul tuo blog.