Concorso Scuola, novità: prove suppletive per gli esclusi. Date ufficiali e chi può partecipare

icon calendar icon person
Concorso Scuola, novità: prove suppletive per gli esclusi. Date ufficiali e chi può partecipare
Pubblicità

Concorso Scuola docenti 2016, ultime notizie: gli esclusi svolgeranno prove suppletive. Calendario date ufficiali e requisiti per essere ammessi alle prove.

Ultime notizie sul Concorso Scuola docenti 2016: le prove suppletive per i ricorrenti si svolgeranno quest’anno e il Miur ha comunicato il calendario date delle prove. Quando è previsto lo svolgimento delle prove suppletive per gli esclusi dal Concorso Scuola 2016? Chi sono gli aspiranti docenti ammessi alle prove suppletive e in che data dovranno presentarsi in aula?

Il Miur continua a riservare sorprese a chi vuole diventare insegnante per quanto riguarda il Concorso Scuola. Dopo aver visto quali sono i nuovi bandi in uscita nel 2017, ecco giungere notizia sul fronte prove suppletive Concorso docenti 2016.

È ufficiale: gli esclusi dal concorso docenti 2016 che hanno fatto ricorso in maniera corretta e fanno parte di alcune categorie o classi di concorso sono stati accettati mediante prove suppletive, le quali si svolgeranno ad aprile. La pubblicazione definitiva delle graduatorie di merito è attesa per giugno 2017.

In questo articolo Concorso scuola 2016: prove suppletive per gli esclusi? vi avevamo già parlato della decisione del Tar di accettare i ricorsi dei professori esclusi dal concorso docenti, ma adesso il Miur sta predisponendo lo svolgimento delle prove suppletive. Vediamo quando è previsto lo svolgimento, con le date di inizio e fine prove e chi sono i candidati che possono partecipare alle suppletive.

Concorso Scuola docenti 2016, prove suppletive: chi sono gli ammessi

Come sappiamo, in tutta Italia moltissimi insegnanti si sono visti negare l’accesso al Concorso scuola 2016 per i motivi più svariati, dalla mancanza di requisiti al mancato superamento del TFA. In migliaia hanno presentato ricorso al Tar e i ricorsisti che hanno agito correttamente sono stati ammessi al concorso scuola 2016 e potranno finalmente concorrere per l’assegnazione di una cattedra.

Gli USR hanno avuto tempo fino al 10 gennaio 2017 per individuare categorie numero di ammessi, e i posti e le classi di concorso per cui verranno svolte le prove suppletive.

Il personale docente coinvolto riguarda scuola primaria e dell’infanzia, scuola secondaria di 1° e 2° grado e insegnanti di sostegno. Per partecipare alle prove suppletive del concorso docenti 2016 è necessario essere:

  • insegnanti tecnico pratici
  • personale già di ruolo
  • diplomati magistrale ad indirizzo linguistico
  • dottori di ricerca il cui titolo è stato considerato abilitante
  • docenti che hanno ottenuto l’abilitazione disciplinare o la specializzazione su sostegno dopo la scadenza per la presentazione della domanda
  • docenti che non abbiano ottenuto il riconoscimento dell’abilitazione conseguita all’estero in tempo utile per la partecipazione al concorso.

Concorso Scuola docenti 2016, prove suppletive: calendario date ufficiale

Entro il 20 gennaio 2017 verranno pubblicati, sui siti degli USR, le liste dei ricorrenti già censiti e ammessi a sostenere la prova suppletiva. Si avranno a disposizione 7 giorni di tempo per eventuali reclami, rettifiche o integrazioni. La banca dati con i dati dei ricorrenti e l’indicazione della lingua straniera scelta per la prova scritta sarà completata entro il 15 febbraio. Alla fine di febbraio verranno scelte le aule in cui si terrà l’esame e a metà marzo i candidati sapranno in quali aule saranno distribuiti in ordine alfabetico.

Se questo calendario date verrà rispettato, la pubblicazione del calendario nazionale delle prove uscirà in Gazzetta Ufficiale a fine marzo. Stando alle info fornite da Orizzontescuola.it, le date delle prove scritte sono previste ad aprile 2017. L’intera procedura che comprende le correzioni, gli orali e l’approvazione delle graduatorie di merito definitive dovrebbe concludersi entro giugno 2017. Restiamo in attesa di novità.