Classifica banche peggiori 2016: su FTSE MIB bruciati 43 miliardi

icon calendar icon person
Classifica banche peggiori 2016: su FTSE MIB bruciati 43 miliardi

Il 2016 è stato l’annus horribilis del sistema bancario italiano. Gli istituti di credito quotati in Borsa sull’indice FTSE MIB hanno mandato in fumo la bellezza di 43 miliardi. Ecco la classifica delle banche peggiori.

Classifica banche peggiori 2016 su FTSE MIB - Il 2016 è stato l’annus horribilis del sistema bancario italiano. Gli istituti di credito quotati in Borsa sull’indice FTSE MIB (che nel 2016 ha perso complessivamente il 10,2%, mentre il FTSE All Share è sceso del 9,9%) hanno mandato in fumo la bellezza di 43 miliardi di euro, con l’indice FTSE Banche Italia crollato del 39%.

A zavorrare la performance del comparto bancario, come noto, ci ha pensato soprattutto Mps. Nell’anno che ci siamo appena lasciati alle spalle, il titolo della banca di Rocca Salimbeni ha perso l’87,8% del suo valore, bruciando 3,2 miliardi di capitalizzazione.

Fallita la soluzione privata, il governo italiano ha varato un decreto che mette a disposizione 20 miliardi per la ricapitalizzazione precauzionale degli istituti in bilico (oltre a Mps si parla anche delle due banche venete e di Carige).

La BCE ha inoltre alzato da 5 a 8,8 miliardi la richiesta di capitale aggiuntivo del Monte dei Paschi. Entro due mesi la banca senese dovrà presentare il nuovo piano industriale all’Unione europea.

Classifica banche peggiori 2016: l’annus horribilis di Banco e Bpm

Un 2016 disastroso anche per il Banco Popolare, che perdendo il 75,7% ha lasciato per strada 4,95 miliardi di euro. A partire dal primo gennaio sono diventati efficaci gli effetti civilistici, contabili e fiscali della fusione dell’istituto veronese con la Banca Popolare di Milano, mentre i concambi iniziano oggi.

Bpm ha archiviato un 2016 difficile, perdendo 2,46 miliardi di euro (-60,8%). Il 2017 potrebbe essere l’anno della svolta per i due istituti convolati a nozze sotto le insegne di Banco Bpm.

Classifica banche peggiori 2016: da Unicredit a Bper

Nella classifica delle banche italiane peggiori del 2016, al quarto posto troviamo UBI Banca. L’istituto guidato da Victor Massiah ha perso 3,4 miliardi (-57,8%) e si appresta ad assorbire le tre good bank CariChieti, Banca Marche e Banca Etruria.

Le perdite di Unicredit - che prossimamente varerà un aumento di capitale da 13 miliardi di euro - ammontano a 14,8 miliardi (-46,8%), mentre l’ex controllata Fineco ha bruciato 1,39 miliardi (-30%). Intesa Sanpaolo da inizio anno ha ceduto il 21,4% (con perdite per 11 miliardi di euro).

Mediobanca (-12%) e Bper (-27,6%) hanno perso circa 930 milioni a testa. L’istituto emiliano-romagnolo guidato da Alessandro Vandelli è ancora in pole per l’acquisto di CariFerrara, per la quale sembra venuto meno l’interesse di Cariparma.