Borsa italiana oggi: Banco Bpm non si ferma. Bene FCA, giù Saipem

icon calendar icon person
Borsa italiana oggi: Banco Bpm non si ferma. Bene FCA, giù Saipem
Pubblicità

Borsa italiana oggi: apertura positiva oggi per Piazza Affari. Il listino milanese è trainato soprattutto dalle banche. Le azioni Banco Bpm si confermano prime della classe.

Borsa italiana oggi, 6 gennaio 2017 - Apertura positiva oggi per Piazza Affari. Il listino milanese si muove in territorio positivo a +0,05% a quota 19.652,50 punti, soprattutto grazie alle banche.

Le azioni Banco Bpm si confermano prime della classe. Il titolo del neonato gruppo bancario fa +2,27% a quota 2,886 euro. Dall’inizio dell’anno in Borsa Banco Bpm è salito di oltre il 23% ed è già passato di mano quasi il 15% dell’istituto.

Dalla prima fotografia scattata dalla Consob alla terza banca italiana si apprende che Norges Bank - la prima banca della Norvegia - è accreditata di una quota del 3,65%.

Il titolo Fiat Chrysler Automobiles mette a segno un +2,16% a quota 9,455 euro per azione. Nel report diffuso ieri Mediobanca ha rivalutato il gruppo automobilistico italo-americano, rilanciando l’ipotesi di un merger con General Motors.

Il giudizio sulle azioni FCA passa dunque da neutral ad outperform, con target price fissato a 12 euro). La banca d’affari si esprime positivamente sulle potenzialità del titolo FCA, prevedendo un “forte miglioramento del cash flow” nel corso di quest’anno.

Bene anche Exor (+1,46%), Freni Brembo Spa (+0,58%), Intesa (+0,86%) e Salvatore Ferragamo (+0,97%). Sul titolo della casa di moda italiana, l’istituto HSBC ha recentemente espresso un giudizio positivo, alzando la raccomandazione da hold a buy.

Per quanto riguarda gli altri principali titoli bancari, Unicredit fa +0,57%, Mediobanca si muove a +0,86% mentre UBI guadagna lo 0,07%. Al momento le azioni Mps sono ancora sospese dalle contrattazioni sulla Borsa Italiana.

Tra i titoli in rosso di oggi troviamo Saipem (-2,51%), Luxottica (-0,99%) e STMicro (-1,83%). Su quest’ultimo, Morgan Stanley ha peggiorato la raccomandazione da equalweight a underweight con prezzo obiettivo a 7 euro.

Sul versante europeo, Francoforte cede lo 0,16%, Parigi è in calo dello 0,31% mentre la Borsa di Londra risulta piatta. Lo spread tra Btp e Bund è in calo di 2,69 punti percentuali e si attesta a 166,20. Il prezzo del petrolio Brent scende dello 0,39% a 56,57 dollari al barile; il petrolio WTI fa -0,35% e si attesta a 53,57 dollari al barile.