Legge Stabilità 2014: reddito minimo, lavoro, fisco. Tutte le novità del maxiemendamento

di | 27 Novembre 2013 - 12:18

La Legge di Stabilità 2014 ha finalmente ottenuto la fiducia al Senato con 171 si e 135 no e ora la manovra passa alla Camera. Quali sono le novità del maxiemendamento?



La Legge di Stabilità 2014 ha finalmente ottenuto la fiducia al Senato con 171 si e 135 no. In particolare hanno votato a favore PD, Nuovo Centrodestra, Scelta Civica e Il Movimento per le autonomie. Contrari invece M5S, Forza Italia, SEL Lega e Gal. Quali sono le novità del maxiemendamento alla Legge di Stabilità 2014?

Eccole riassunte in 18 punti.

Lavoro

Sul tema lavoro i punti da sottolineare sono i seguenti:

  • Cuneo fiscale. Sono previste detrazioni fino alla soglia massima di 35.000 euro lordi e chi si trova nella fascia tra i 15.000 e i 18.000 euro potrà godere di uno sgravio medio di 225 euro annui. La defiscalizzazione IRAP sulle nuove assunzioni non è stata modificata rispetto a quanto previsto precedentemente. E’ previsto altresì un intervento sui premi e i contributi obbligatori INAIL (su cui interverrà un decreto del Ministero del Lavoro), che garantirà uno sgravio alle aziende pari al
    - 14% il primo anno nel 2014;
    - 15,5% nel 2015;
    - 17% nel 2016.
  • Reddito minimo. Introdotto in via sperimentale, sarà finanziato con le pensioni d’oro: il contributo di solidarietà che interesserà queste pensioni sarà pari al 5% per gli importi superiori ai 90.000 euro.

Fisco

Sul tema fisco:

  • Equitalia. Vengono azzerati gli interessi sulle cartelle esattoriali, mentre le imposte e le sanzioni si pagheranno al 100%;
  • Conti correnti. I clienti potranno trasferire, senza alcun costo aggiuntivo, i servizi di pagamento di cui usufruiscono con il conto corrente presso un’altra banca. Le banche, le assicurazioni e gli intermediari finanziari potranno godere della deducibilità in cinque anni per le svalutazioni e le perdite sui crediti verso la clientela;
  • Ecobonus. Nessuna revisione alla normativa che ha prorogato per il 2014 gli sgravi fiscali IRPEF per i lavori di ristrutturazione edilizia (50%) e di efficienza energetica rispettivamente (65%);
  • IUC. Per quanto riguarda la tassa sulla casa, la Trise viene sostituita dall’Imposta Unica Comunale (IUC), composta da tre componenti: IMU (ma non sulla prima casa, ad eccezione di quelle di lusso), Tari (rifiuti) e Tasi (servizi indivisibili);
  • Leasing. Anticipazione per professionisti ed imprese dei tempi di ammortamento fiscale degli investimenti finanziati attraverso la formula del leasing. Dal 1 gennaio 2014 viene abolita l’Imposta provinciale di trascrizione (Ipt) sul riscatto dei veicoli in leasing. Come coprire il gettito? Con l’imposta di registro in misura proporzionale sulle cessioni da parte degli utilizzatori di contratti di locazione finanziaria di immobili strumentali e con il «registro» in misura fissa (4%) sugli atti di riscatto dei contratti di leasing sempre di immobili strumentali;
  • Attività finanziarie. Il bollo sulle comunicazioni alla clientela relative ai prodotti finanziari passa dall’1,5 per mille (2013) al 2 per mille a partire dal 2014.

Altre novità

Tra le altre novità:

  • Infrastrutture. Come gestire le risorse in questo settore?
    - 150 milioni in più per gli investimenti Anas;
    - 600 milioni al Fondo di garanzia per la prima casa;
    - 130 milioni per la terza corsia della Venezia-Trieste;
    - 49 milioni sottratti al Mose dallo stanziamento 2014 per spostare le risorse al 2017.
  • Election day. Dal 2014 le elezioni si svolgeranno nella sola giornata di domenica, dalle 7 alle 23. A ciò si aggiunge il restyling delle schede elettorali: ridimensionamento e collocazione più razionale dei simboli delle liste;
  • Sistema di garanzia nazionale. Un sistema in cui confluiscono 3 fondi, quello già esistente per le PMI, uno dedicato ai grandi progetti di ricerca e l’altro per l’acquisto della prima casa.

La manovra ora passa alla Camera. Ci saranno ulteriori modifiche o potremmo finalmente conoscere il testo definitivo?

Iscriviti alla Newsletter Gratuita

Riceverai nella tua casella una rassegna quotidiana dei migliori articoli.

Commenti

Inserisci il tuo commento