BTp Italia: nuova emissione a ottobre. Conviene acquistare?

di | 26 Settembre 2012 - 16:32


Il BTp Italia è un titolo di Stato realizzato per proteggere il risparmiatore dall’inflazione italiana. La nuova emissione sarà a ottobre: conviene comprare?

Cos’è il BTp Italia?

La vita costa cara, e il rincaro coinvolge più o meno tutti i beni, di primaria e secondaria importanza. Dalla benzina alla spesa, l’Istat ci comunica ogni settimana il calo preoccupante di acquisti di beni primari, come ad esempio gli alimenti, da parte dei consumatori italiani. Sono dunque i risparmi a risentire le peggiori conseguenze, soprattutto quelli privi di investimento e che non fruttano un ottimale rendimento.

Per questo motivo il Tesoro ha ideato il BTp Italia, ovvero un titolo di Stato che rappresenta la soluzione ideale per l’investitore retail, ovvero quel tipo di investitore autonomo, che investe senza l’aiuto di un intermediario.

Il BTp Italia, a differenza delle altre tipologie di investimento anti-inflazione, è differente dai già esistenti BTp indicizzati all’inflazione, poiché mentre questi ultimi si basano su parametri europei, il BTp Italia si basa sull’andamento dell’inflazione italiana (il “Foi”, l’indice Istat dei prezzi al consumo per famiglie di operai e impiegati) e in base a questo calcola la rivalutazione del capitale: sotto questo aspetto, dunque, l’andamento europeo non influirà sulla rivalutazione del capitale.

Il BTp Italia è privo di commissioni bancarie al momento della sottoscrizione, ha una durata quadriennale, soluzione inedita e riservata a quei risparmiatori che non intendono spingersi ai 3 o ai 5 anni, e si può vendere quando lo si desidera: inoltre la remunerazione avviene ogni 6 mesi, attraverso l’applicazione del tasso reale definitivo che viene fissato alla fine dell’asta, con conseguente rivalutazione del capitale in base all’andamento dell’inflazione italiana. Nell’eventualità vi sia invece deflazione, il capitale è assicurato a una soglia minima di 100, oltre la quale non può scendere.

Per quel che concerne il trattamento fiscale, la ritenuta sarà del 12,50%, sempre inferiore rispetto a quella del 20% che viene applicata alle obbligazioni bancarie e societarie.

L’acquisto, inoltre, può avvenire online, mediante l’home banking riservato al trading, attraverso la piattaforma elettronica del MoT di Borsa Italiana-London Stock Exchange Group: le modalità classiche prevedono invece l’acquisto tramite la filiale della propria Banca o l’ufficio di Poste Italiane.

Qualora il risparmiatore decida di mantenere il titolo acquistato fino alla scadenza dei 4 anni, inoltre, gli verrà corrisposto un Premio Fedeltà, pari allo 0,4% lordo alla scadenza del titolo. Il mantenimento dei titoli nel portafoglio fino alla scadenza, non solo è la soluzione più consigliata dagli esperti, ma risulta anche la più gradita e praticata dagli investitori retail.

L’agevolazione del BTp Italia deriva anche dalla durata dell’asta (4 giorni) e dal prezzo fissato alla pari.

Conviene acquistare?

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha comunicato che da lunedì 15 a giovedì 18 ottobre ci sarà la prossima emissione di BTp Italia: le modalità di acquisto sono le stesse delle precedenti emissioni.

Conviene acquistare? A quanto riportano i dati dell’ultima cedola semestrale, sembrerebbe proprio di sì: l’emissione del primo BTp Italia, collocato il 19 marzo, ha portato infatti un rendimento su base annuale che supera il 5%, nell’eventualità che lo si tenga in portafoglio fino alla scadenza.

Finora ci sono stati due collocamenti di BTp Italia: se il primo ha totalizzato 7,3 miliardi di euro, cifra che ha superato ogni previsione possibile, il secondo, collocato nel mese di giugno, ha conseguito 1,738 miliardi: una differenza ampiamente netta giustificata dalla presenza, durante la prima emissione, degli investitori istituzionali.

Per quanto riguarda la nuova emissione di BTp Italia prevista per ottobre, il consiglio più diffuso prima di procedere all’acquisto è quello di seguire l’andamento del mercato nei giorni precedenti, pur mantenendo sempre elevata l’attenzione sulla diversificazione del portafoglio per proteggersi ulteriormente dai rischi.

Sarà dunque necessario prestare la dovuta attenzione al mercato nei primi giorni di ottobre per capire se converrà o meno acquistare BTp Italia a metà mese.

Iscriviti alla Newsletter Gratuita

Riceverai nella tua casella una rassegna quotidiana dei migliori articoli.

Commenti

Inserisci il tuo commento